Artrosi all’anca, quali sono le sue cause?

Le cause dell’artrosi dell’anca possono essere diverse e multifattoriali. Scopriamole.

artrosi anca cause dolore

La coxartrosi, conosciuta più comunemente come artrosi dell’anca, è un processo degenerativo comune che colpisce e consuma l’articolazione ed è causata da una perdita di cartilagine.

Nasce così un’infiammazione continua che determina dolore e una progressiva distruzione dei tessuti fino a limitare completamente il movimento.

Il dolore può essere intermittente, con fasi acute e fasi di benessere, e spesso aumenta con il progredire della malattia, lasciando spazio alle deformità articolari che sono permanenti.

Con il passare del tempo si giunge al dolore persistente anche a riposo e a una netta difficoltà di movimento dell’anca: la malattia infatti, è generalmente progressiva.

Caratteristiche tipiche sono anche la rigidità articolare e gonfiore.

La coxartrosi rende difficile semplici movimenti come camminare, piegarsi, allacciare le scarpe, salire le scale.

È una patologia potenzialmente invalidante che può portare il paziente alla totale infermità.

Differenti forme di artrosi dell’anca

Le origini dell’artrosi dell’anca possono essere molteplici.

La presenza o meno di una causa determinante permette di classificarla in due forme principali:

  1. Coxartrosi idiopatica o primaria: una tipologia di artrosi senza una causa specifica e attribuibile ad una predisposizione genetica, dove l’invecchiamento gioca un ruolo fondamentale, tipica dell’avanzare dell’età;
  2. Coxartrosi secondaria, che rappresenta la maggior parte dei casi di artrosi dell’anca e progredisce più rapidamente rispetto alla primaria, dovuta ad una causa nota come:
  • Un trauma;
  • Una malformazione congenita;
  • Una patologia reumatica;
  • Un infezione pregressa;
  • Un deformazione congenita dell’articolazione.

A seconda di cosa ha causato i cambiamenti nella cartilagine, la coxartrosi può essere monolaterale, cioè interessare una soltanto delle due articolazioni dell’anca, oppure bilaterale, ossia colpire entrambe.

I sintomi dell’artrosi dell’anca

I sintomi della coxartrosi sono gli stessi sia per quella primaria che per quella secondaria e sono il dolore e la limitazione dei movimenti fino alla zoppia persistente

Di solito il dolore si manifesta a livello inguinale, ma può anche interessare ed essere avvertito lungo la natica e/o irradiarsi fino al ginocchio. 

All’inizio i dolori vengono avvertiti solo durante uno sforzo fisico significativo o durante il trasporto di un carico pesante, ma con il progredire della malattia, iniziano a manifestarsi anche a riposo e non si attenuano nonostante la notte 

Il dolore, in più, riduce significativamente l’ampiezza del movimento nell’articolazione. 

Il decorso cronico e progressivo della malattia incide negativamente sulla qualità della vita e riduce la capacità lavorativa, fino a diventare complicato svolgere azioni quotidiane come uscire dalla vasca da bagno, salire su una bicicletta, infilare la calza.

Le principali cause dell’artrosi dell’anca 

Le cause dell’artrosi dell’anca sono molteplici.

Può essere presente una malformazione dell’articolazione stessa già alla nascita (displasia congenita dell’anca), o dei processi patologici malformativi che si manifestano in età pediatrica o adolescenziale.

Le principali cause della coxartrosi sono:

  • Usura da invecchiamento, protagonista in tutto il corpo umano 
  • Disturbi metabolici
  • Lesione articolare traumatica, che attraverso una frattura o una lussazione, ha danneggiato l’articolazione;
  • Processi infiammatori acuti o cronici, compresi quelli di natura infettiva o reumatica
  • Disturbi circolatori dell’anca

In più, se il paziente svolge un’attività lavorativa pesante, o se svolge un’intensa attività sportiva, avrà maggiori probabilità di avere un’artrosi precoce dell’anca.

Alcuni fattori inoltre, favoriscono l’instaurarsi dell’artrosi precoce, come:

  • L’obesità o il sovrappeso;
  • La predisposizione anatomica individuale (il sesso femminile è colpito maggiormente;
  • Le malattie immuno-reumatologiche.
  • La sedentarietà

In rari casi, l’artrosi all’anca può derivare da disordini sistemici come:

  • L’assunzione protratta di corticosteroidi;
  • Malattie dismetaboliche;
  • Morbo di Cushing.

Come curare l’artrosi dell’anca?

I trattamenti conservativi nella coxartrosi sono molteplici ed aiutano a ridurre il dolore, ma non eliminano le cause della malattia e soprattutto, non possono recuperare il danno causato all’articolazione.

Nelle prime fasi della malattia, farmaci antidolorifici o antinfiammatori, integrati a volte con condroprotettori, possono risolvere il problema del dolore e rendere possibile un’attività fisica e una fisioterapica di supporto e contribuire a ridurre il gonfiore nelle articolazioni. 

Si possono effettuare anche infiltrazioni ecoguidate sia con cellule staminali (PRP) che con acido ialuronico che rallentano la progressione della malattia e sono in grado di fornire sollievo dal dolore e ridurre l’infiammazione.

La perdita di peso può ridurre il sovraccarico sulle articolazioni. Il controllo dietetico deve essere una priorità nei pazienti affetti da coxartrosi anche in previsione di un intervento chirurgico.

L’esercizio fisico può aiutare ad aumentare il movimento e la flessibilità, nonché contribuire a rafforzare i muscoli delle gambe.

Il trattamento chirurgico

Nelle fasi avanzate, quando il trattamento conservativo non dà più benefici, e la limitazione del movimento dell’anca influisce sulle attività quotidiane, l’unica possibilità per guarire è procedere a un intervento di sostituzione dell’anca con una protesi

È un intervento di gran successo, in grado di migliorare notevolmente la qualità di vita del paziente affetto da artrosi dell’anca. 

Dà ottimi risultati sul dolore e sull’autonomia dei pazienti, nonché sulla velocità di recupero.

Intervenire ai primi segni di coxartrosi consente un trattamento minimamente invasivo e previene la necessità di una protesi dell’anca.

Vuoi approfondire l’artrosi dell’anca? Contatta Ortomedic a questa pagina, siamo a tua disposizione!