Che cicatrice lascia un intervento di protesi di ginocchio?

Come sono i segni lasciati dall’intervento di protesi di ginocchio con la chirurgia mini invasiva?

cicatrice protesi ginocchio

Il ginocchio è l’articolazione del nostro corpo che sorregge gran parte del peso e come tale, è soggetta ad artrosi

Nel momento in cui il dolore è così forte da impedire anche i movimenti più semplici, l’unico trattamento sicuro e duraturo nel tempo è la protesi del ginocchio che, come tutte le chirurgie, lascia una cicatrice sul nostro corpo.

Vediamo allora nell’articolo:

  • Che cos’è la protesi di ginocchio e quando si ricorre all’intervento;
  • La differenza tra protesi totale e protesi monocompartimentale di ginocchio;
  • I vantaggi della tecnica mini invasiva;
  • Quanto è evidente la cicatrice dopo l’intervento di protesi di ginocchio.

Che cos’è la protesi di ginocchio e quando si ricorre all’intervento?

Impiantare con successo una protesi al ginocchio significa sostituire gli elementi dell’articolazione usurati con componenti artificiali di grande resistenza che garantiscono nel tempo tenuta, solidità e stabilità.

Quando l’articolazione è giunta al termine risultano vani i tentativi di una terapia conservativa ed arriva il momento in cui operare diventa l’unica possibilità per guarire definitivamente.

L’associazione tra un intervento chirurgico ben fatto ed un’ottima riabilitazione con esercizi mirati, garantisce un risultato eccellente dal punto di vista funzionale e per la scomparsa del dolore. 

Due sono i trattamenti chirurgici sicuri che ti vengono proposti quando l’avanzamento della degenerazione rende invalidante il ginocchio:

  •  La protesi totale;
  •  La protesi parziale, o monocompartimentale di ginocchio.

La differenza tra protesi totale e quella monocompartimentale di ginocchio

Il chirurgo ortopedico esegue un’accurata visita per valutare se ricorrere ad una protesi totale o monocompartimentale del ginocchio.

La scelta del tipo d’impianto è personalizzata sulle tue necessità in base al tipo di artrosi, all’età, al livello di attività e alla qualità dell’osso.

La degenerazione di osso e cartilagine può essere causata dall’età avanzata, o da altre cause secondarie come lesioni articolari provocate da attività sportive logoranti o incidenti stradali, obesità, alterazioni dell’asse della gamba.

L’artrosi di ginocchio può essere tricompartimentale e quindi coinvolgere tutto il ginocchio; oppure nel 30% dei casi, coinvolgere un solo compartimento, più frequentemente quello mediale.

Si opta per la protesi ginocchio totale quanto il danno articolare è esteso, grave e coinvolge tutti e tre i comparti dell’articolazione del ginocchio.

Al contrario, quando soltanto uno dei tre compartimenti è compromesso, si ricorre alla protesi ginocchio monocompartimentale, che è più piccola e consente di salvare tutte le porzioni sane del tuo ginocchio.

I benefici sono molteplici:

  • Diminuzione di tempi di intervento, degenza, riabilitazione e recupero;
  • Possibilità di impiantare componenti più piccole in minor tempo;
  • Minore incisione;
  • Risparmio osseo, muscolare e cartilagineo della parte sana, legamenti crociati anteriore e posteriore sani risparmiati;
  • Dolore e gonfiore ridotti;
  • Minor sanguinamento.

La protesi va a sostituire osso e cartilagine consumati, ripristina la corretta funzionalità articolare e riduce o annulla il dolore.

Ad oggi è l’unica soluzione che ti restituisce una qualità di vita ottimale col minimo rischio.

I vantaggi della tecnica mini invasiva

Il concetto di protesi al ginocchio mini invasiva, oltre al vantaggio estetico, mira soprattutto ad un minore trauma chirurgico, a salvare il più possibile le parti sane e ad un recupero veloce.

Mini invasivo in chirurgia protesica va inteso in senso più ampio rispetto alla sola lunghezza della ferita chirurgica oppure alla conteggio dei punti di sutura; una tecnica mini invasiva risparmia quando possibile i tessuti sani, quindi muscoli e legamenti. 

Una tecnica mini invasiva esprime la sua massima potenzialità solo se associata a protocolli moderni di terapia del dolore e di riabilitazione: minor dolore, minor sanguinamento, recupero rapido.  

E’ quindi da intendersi come una procedura di gestione complessiva del paziente mirata a garantire una migliore esperienza per il paziente e un rapido recupero dopo l’intervento.

Questa nuova tecnica pone l’accento sul benessere psicofisico del paziente.

Prima dell’intervento, per una maggiore partecipazione e motivazione alla chirurgia, l’approccio mini invasivo prevede sia l’educazione che la preparazione fisica di ogni paziente.

Questa permette di limitare la perdita di massa muscolare inevitabile dopo un intervento chirurgico.

L’intervento di protesi al ginocchio mini invasivo prevede l’utilizzo di protesi moderne più personalizzabili talvolta più piccole, resistenti e tecnologicamente avanzate, adattate sulla tua persona, in base alla conformità fisica.

Sono realizzate con materiali biocompatibili, evoluti, il cui rischio di rigetto è azzerato; anche la durata aumenta fino a 20-25 anni, talvolta anche di più.

Rispetto alla chirurgia tradizionale, quella mini invasiva presenta numerosi vantaggi.

In particolare, si riducono:

  • I tempi di intervento, degenza, riabilitazione e recupero grazie al Rapid Recovery;
  • L’incisione;
  • I tempi di guarigione cutanea grazie all’utilizzo della colla;
  • Il sanguinamento durante e dopo l’operazione;
  • Il trauma;
  • Le complicanze post-operatorie;
  • I costi sanitari.

Tutti questi benefici velocizzano al massimo la tua guarigione.

Quanto è evidente la cicatrice dopo l’intervento di protesi di ginocchio?

La cicatrice dopo l’intervento di protesi del ginocchio è evidente?

No. Le moderne tecniche di sutura garantiscono dei buoni risultati estetici ma soprattutto permettono una sicura guarigione dei tessuti.

Il risultato estetico dipende anche dalle caratteristiche del paziente. 

Alcuni pazienti hanno la tendenza a sviluppare cicatrici più evidenti rispetto ad altri.

In Ortomedic utilizziamo la tecnica mini invasiva per i nostri interventi di protesi di ginocchio con benefici evidenti anche a livello estetico.

La cicatrice risulta infatti meno visibile grazie all’incisione ridotta e, ancor meno evidente, grazie alla chiusura della ferita chirurgica attraverso la colla e non con i punti metallici come nel passato.

Sostituendo i punti di sutura con la colla, si forma una pellicola resistente, elastica ed impermeabile che non permette ai batteri più comuni di penetrare nella cute. 

L’incisione per eseguire l’intervento è praticata sulla superficie anteriore del ginocchio, ed è longitudinale; varia di lunghezza in base al tipo di intervento e alle dimensioni dell’arto ma circa 10 cm sono necessari.

Così ottieni una guarigione cutanea migliore e soprattutto più veloce.

Contattaci se vuoi saperne di più.