Visita ortopedica del ginocchio, tutto quello che devi sapere

La visita ortopedica del ginocchio ti permette di prevenire, fare diagnosi e trovare la soluzione adatta per il tuo dolore.

visita ortopedica ginocchio mani dottore

Decidere di sottoporsi a dei controlli medici regolari è una buona abitudine che aiuta nella prevenzione e a godere della salute a lungo. 

Il ginocchio, infatti, può andare incontro ad eventi accidentali.

Può essere danneggiato anche da patologie degenerative e da usura, che spesso si manifestano inizialmente con sintomi sfumati, e che è importante curare sin dal principio.

Ottenere una diagnosi precoce di artrosi, può fornire al paziente un ampio ventaglio di soluzioni da mettere in atto per contrastare il peggioramento.

Quando si ha il sospetto di avere un problema legato al ginocchio, è importante sottoporsi ad una visita specialistica ortopedica.

La parola “ortopedia” fu coniata da Nicolas Andry, medico francese professore di Medicina a Lione, a partire da due termini di greco antico, orthòs, diritto e pàis, bambino.

Essa aveva come obiettivo quello di correggere le deformità nei bambini.

Ad oggi, l’ortopedia è la disciplina che studia i problemi dell’apparato locomotore, tra cui tutte le patologie legate al ginocchio, come l’artrosi, la lesione del menisco, del crociato, lesioni muscolari, esiti di interventi chirurgici, dolori articolari e altre malattie. 

Include la chirurgia ortopedica, ovvero il trattamento chirurgico delle patologie.

L’ortopedico è il medico in grado di valutare la salute del sistema muscolo-scheletrico, dalle infezioni ai traumi sportivi, dalle fratture ai problemi alle articolazioni, l’osteoporosi e i tumori alle ossa.

Quando necessario interviene chirurgicamente, con interventi importanti come quello per esempio, di protesi del ginocchio.

Che cos’è la visita ortopedica del ginocchio?

La visita ortopedica del ginocchio è una visita specialistica sull’articolazione del ginocchio eseguita da un medico ortopedico.

E’ indicata per i pazienti che necessitano di un approfondimento sullo stato di salute dell’articolazione del ginocchio.

Anche per coloro che sono affetti da patologie come ginocchio valgo o varo, artrosi, problemi alla rotula, rottura dei legamenti crociati, lesione del menisco, problemi ai legamenti collaterali.

A cosa serve?

Si sottopongono a visita ortopedica al ginocchio sia i pazienti che avvertono disturbi a carico del ginocchio, sia coloro che devono effettuare controlli a seguito di patologie già diagnosticate per verificarne l’andamento e valutare come procedere nella gestione del disturbo. 

Questa visita ortopedica serve ad identificare o a ipotizzare l’origine di problemi.

Possono manifestarsi attraverso dolore, blocchi, rigidità, instabilità e difficoltà a rimanere in piedi e a camminare. 

Le principali patologie che possono portare a una visita ortopedica del ginocchio sono:

  • Artrosi
  • Necrosi del condilo femorale mediale;
  • Disturbi da instabilità o da iperpressione della rotula;
  • Ginocchio valgo (deviato verso l’esterno) o varo (deviato verso l’interno); 
  • Lesioni del menisco;
  • Rottura dei legamenti crociati o collaterali;
  • Tendiniti o borsiti.

I soggetti maggiormente a rischio di sviluppare patologie a carico del sistema muscolo-scheletrico sono:

  • Gli sportivi (stress eccessivo, microtraumi ripetuti, distorsioni);
  • Le persone sedentarie (scarso movimento con perdita di forza muscolare);
  • Coloro che sono in sovrappeso (carico eccessivo sulle articolazioni);
  • Anziani (fragilità articolare).

Esistono infatti alcuni campanelli d’allarme che possono indurre a prenotare un consulto con uno specialista.

Come si svolge la visita ortopedica del ginocchio?

La visita ortopedica del ginocchio dura in media dai 20 ai 30 minuti.

Durante la visita l’ortopedico valuterà tutti i fattori che possono causare dolore o difficoltà di movimento prendendo in esame lo stato di salute di ossa, muscoli, tendini, legamenti e articolazioni.

In caso di prima visita, il medico inizia con una fase di anamnesi: attraverso il dialogo con il paziente, raccoglie informazioni sullo stile di vita, sull’attività lavorativa e sugli sport praticati, ed eventuali sintomi avvertiti. 

L’obiettivo è ricostruire la storia clinica, analizzare i fattori di rischio e comprendere l’influenza dei sintomi sulla qualità della vita del paziente.

Per fornire tutti i dati possibili allo specialista si consiglia sempre di portare eventuali risultati di esami strumentali precedenti, come ad esempio le radiografie.

Dopo aver raccolto i dati essenziali, nella seconda fase della visita, il medico approfondisce origine, localizzazione intensità del dolore.

La seconda fase

Successivamente procede con l’esame obiettivo al fine di formulare una diagnosi precisa.

Valuta l’aspetto e lo stato del ginocchio in posizione eretta, attraverso un’azione di palpazione, e ne esamina la mobilità e la stabilità attraverso test specifici.

In particolare sottopone parametri quali:

  • Forza muscolare; 
  • Ampiezza del movimento articolare; 
  • Esatta localizzazione del dolore; 
  • Stato dei riflessi. 

Esistono poi una serie di test specifici per valutare la stabilità’ del ginocchio e quindi lo stato dei legamenti, la salute dei menischi e della rotula.

Se disponibili, l’ortopedico consulta eventuali radiografie o analisi già effettuate, in modo da verificare la presenza di malformazioni o situazioni di danno articolare pregresse. 

La visita è in genere estesa anche alle articolazioni dell’anca e della schiena che frequentemente mimano un problema al ginocchio.

Al termine della visita il medico può prescrivere al paziente di sottoporsi ad indagini diagnostiche di approfondimento, come una radiografia (RX), una tomografia computerizzata (TAC), l’ecografia o una risonanze magnetiche (RM)

In base poi all’esito degli esami l’ortopedico, durante la visita specialistica, consiglierà al paziente il percorso più adatto a risolvere il problema.

Se la visita è di controllo, l’ortopedico si informerà circa le condizioni del paziente, anche alla luce dell’eventuale terapia adottata.

Serve una preparazione specifica?

La visita ortopedica del ginocchio non prevede delle norme e una preparazione specifica. 

È opportuno però per il paziente ricordarsi di portare con sé tutta la documentazione medica di cui si dispone come referti di analisi e radiografie, condotte di recente.

Se hai necessità di effettuare una visita ortopedica al ginocchio, puoi rivolgerti al Dr. Vanni Strigelli di Ortomedic, che ti seguirà e ti indicherà la strada migliore per procedere con la risoluzione del tuo problema.