Visita ortopedica del piede, il primo passo.

L’importanza di una visita specialistica ortopedica in caso di fastidi e dolori costanti, per intervenire tempestivamente.

visita ortopedica piede dottore alluce valgo

Quando si avvertono fastidi e dolori costanti agli arti del corpo, è opportuno chiedersi se sia necessaria una visita ortopedica. 

Se il dolore riguarda il piede, la soluzione corretta è sottoporsi al parere professionale di uno specialista con una visita ortopedica del piede

L’obiettivo è di ricevere una diagnosi e intervenire precocemente. 

Per fare questo e’ necessaria una visita ortopedica alla fine della quale e’ condiviso un iter terapeutico o diagnostico da seguire, a volte con approfondimenti radiologici.

Non tutti i disturbi del piede infatti sono di pertinenza chirurgica.

A volte le motivazioni che producono gonfiore o dolore possono essere indipendenti dal piede stesso, per esempio, in caso di insufficienza vascolare, malattie cardiache o metaboliche (come la gotta).

Sottoporsi ad una visita medica specialistica diventa fondamentale per diagnosticare il reale problema. 

La visita ortopedica del piede consente di verificare e analizzare la presenza di problematiche e patologie legate a questa parte del corpo.

A che cosa serve la visita ortopedica del piede?

La visita ortopedica permette di studiare la struttura e la funzionalità dell’apparato locomotore : come approfondimento specialistico, l’obiettivo è verificare le condizioni di salute del piede. 

Questa visita è indicata per indagare l’origine di problemi o sintomi, come dolore, instabilità, rigidità, difficoltà a camminare.

Consente di diagnosticare eventuali patologie croniche o degenerative che, se trascurate, possono causare sovraccarichi alla colonna vertebrale o agli arti inferiori, come:

  • Alluce rigido;
  • Piede piatto e cavo;
  • Fascite plantare;
  • Spina calcaneare;
  • Metatarsalgia;
  • Neuroma di Morton;
  • Dito a martello;
  • Deformità delle dita;
  • Affezioni del tendine d’Achille e del tallone.

Si rivolgono all’ortopedico anche pazienti che hanno già ricevuto una diagnosi e che devono monitorare l’evoluzione della patologia.

Grazie a questo consulto quindi si ottiene una diagnosi certa del problema ed una terapia adeguata al recupero della funzionalità del piede. 

Una valutazione precoce del problema, infatti, permette una soluzione migliore, più rapida e meno invasiva.

Per raggiungere questi obiettivi potrebbe essere necessario sottoporsi a indagini diagnostiche specifiche, ad esempio radiografie sotto carico o Tac, che saranno eventualmente prescritte dal medico al termine della visita.

Come si svolge la visita ortopedica del piede?

Durante la prima visita, l’ortopedico apre il consulto con la raccolta dell’anamnesi, deputata alla ricostruzione della storia clinica del del paziente.

Attraverso informazioni sullo stile di vita, sullo stato di salute complessivo, sulla storia clinica e sui sintomi lo specialista si orienta fra le possibili diagnosi.

Si presta particolare attenzione alla severità’ dei sintomi e alla localizzazione del dolore.

Viene eseguito poi un esame obiettivo del piede, con l’osservazione diretta e test o manovre specifiche, che permettono di orientare la diagnosi verso l’una o l’altra patologia.

Se invece la visita è di controllo, l’ortopedico valuta le condizioni del paziente, anche alla luce dell’eventuale terapia già prescritta.

Dove necessario, sono richiesti esami aggiuntivi specifici, come radiografie, ecografia, tac, risonanze magnetiche.

Dopo aver illustrato al paziente la sua patologia e i pro e i contro delle diverse opzioni terapeutiche, lo specialista personalizza il trattamento in funzione dell’età e dei desideri in termini di necessità sportive e lavorative.

Le soluzioni possono essere di natura medica, fisioterapica o chirurgica.

La durata media della visita ortopedica al piede è tra i 20 e i 30 minuti.

Sono previste norme di preparazione?

La visita ortopedica del piede non prevede una preparazione specifica. 

Si consiglia al paziente di portare con sé eventuali referti di analisi, ad esempio radiografie, condotte in passato e che potrebbero essere utili alla valutazione del quadro clinico.

A chi rivolgersi?

Se hai qualche dolore o fastidio al piede, se fatichi a camminare e ad indossare alcuni tipi di scarpe, e vuoi maggiori informazioni, puoi rivolgerti a Ortomedic: compila il form con una breve descrizione dei tuoi sintomi e sarai ricontattato per fissare la tua visita ortopedica.